Casa Michelis - Tutta un'altra pasta

La biodiversità, dalla terra al piatto.

La biodiversità, dalla terra al piatto.
5 Agosto 2021 Elisa Meineri

Siamo artigiani e abbiamo il dovere di valorizzare la biodiversità.

Essere sostenibili non solo è una vocazione, ma è una promessa che in questo periodo storico dobbiamo a chi sceglie i nostri prodotti.
Da sempre garantiamo tracciabilità e trasparenza, dalla terra al piatto. E per la salute non prendiamo scorciatoie. Abbiamo deciso di dedicare all’Enkir tutta la nostra linea biologica, perché è l’emblema della biodiversità, perché conosciamo per nome gli agricoltori che lo coltivano, perché la testardaggine e il legame fortissimo con le radici sono la nostra cifra stilistica. L’Enkir è un cereale che non si può addomesticare, resta selvatico, non può essere trattato. A livello nutrizionale, si distingue per l’alto contenuto proteico e il basso contenuto di glutine e di grassi. E’ il più antico cereale al mondo. In natura esistono molte famiglie di triticum monococcum, che nascono spontaneamente, diverse l’una dall’altra. L’Enkir è una selezione delle migliori varietà, una “popolazione di semi” unica nelle sue caratteristiche, un prodotto davvero autentico.

Viene coltivato da Vittoria, Marco, Ugo, Renato, Matteo, Gabriele e Costantino, contadini virtuosi di Sale San Giovanni, che devono a questo cereale il loro sostentamento, non avendo la possibilità, visto il territorio aspro in cui lavorano, di dedicarsi a culture più redditizie come le viti o le nocciole. L’Enkir, dal punto di vista agronomico, è un cereale alto, a spiga piccola, composta soltanto da due file di granella; se ne produce pochissimo per ettaro. Ma è tenace, competitivo con le erbe infestanti. Chiede soltanto che il terreno venga “pettinato”, per avere più ossigeno; non conosce alcun tipo di trattamento chimico.
Viene raccolto secondo i ritmi dettati dalla natura e macinato a pietra al Mulino Marino, per poi trasformarsi in pasta nel nostro laboratorio artigianale di Mondovì.

Abbiamo raccontato questo progetto, invitando quattro tra i più influenti blogger italiani del settore,
che sono stati testimoni della filiera completa, dal campo al piatto. Hanno visitato il campo di Enkir insieme ai contadini che lo coltivano, inaugurandone la mietitura con una merenda sinoira al tramonto; hanno ascoltato Vittoria, che è cresciuta nei campi, parlare di quando “si era biologici senza sapere di esserlo”; hanno scoperto la macinazione a pietra al Mulino Marino, che trasforma il cereale in farina; hanno impastato con noi in laboratorio e assaggiato il risultato del loro lavoro.

Ogni prodotto ha radici fortissime nel territorio in cui nasce, quindi abbiamo anche accompagnato i blogger a visitare il borgo medioevale di Piazza, memoria storica della cittadina di Mondovì.

 

 

Per vivere queste giornate attraverso gli occhi dei protagonisti cliccate qui:

 

Commenti (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

EnglishItalian
Scrivici
💬Scrivici, siamo qui per te
Ciao 👋, possiamo aiutarti?
Vuoi un consiglio sui nostri prodotti artigianali?